Differenze tra counseling e psicoterapia

 

II counseling è differente dalla psicoterapia, anche se i confini sono molto labili; semplificando possiamo dire che il counseling non è una forma di psicoterapia, da essa differisce per obiettivi, modalità di attuazione, tempi e metodi. In realtà, i tempi possono dilatarsi e talora vi è una sovrapposizione di tecniche e metodi.

 Forse la differenza più marcata è relativa al fatto che la psicoterapia è riservata a psichiatri o psicologi che hanno ottenuto una specializzazione post-lauream in psicoterapia e tratta gli ambiti psicopatologici e di personalità (ma è pur vero che l'obiettivo di una psicoterapia può essere anche quello dello sviluppo personale e della crescita interiore).

E' evidente un vuoto legislativo che rende difficile definire i confini professionali; non è un caso che sia sorta una diatriba tra l'Ordine degli Psicologi e nuove figure che lavorano nell'ambito del counseling e della relazione di aiuto. L'iter formativo delle professioni limitrofe a quella dello psicologo (es. counselor) è molto diversificato, mentre tra i requisiti non è in genere prevista la laurea. Rimanendo nel caso citato dei counselor, questa non è una professionalità protetta per il cui esercizio è necessaria l’iscrizione in apposito Albo e obbligo di aver seguito un preciso corso di studi. A tal riguardo, si possono trovare molte prese di posizione nel web. Non è mia intenzione esprimere un parere sul tema in questa sede. Novità si palesano dopo la legge sulle professioni non regolamentate, i riferimenti legislativi si possono trovare sul sito del Ministero dello Sviluppo. Un elenco delle associazioni che, in base al possesso di determinati requisiti, sono considerate rappresentative a livello nazionale delle professioni non regolamentate si può reperire sul sito del Ministero della Giustizia.

 Attenzione ai casi di abuso della professione.


Informativa legale

 

I testi, le informazioni e gli altri dati pubblicati in questo sito nonchè i link ad altri siti presenti sul web hanno esclusivamente scopo informativo e non assumono alcun carattere di ufficialità. Il sottoscritto dott. Cristian Garbin non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori od omissioni di qualsiasi tipo e per qualunque tipo di danno diretto, indiretto o accidentale derivante dalla lettura o dall'impiego delle informazioni pubblicate, o di qualsiasi forma di contenuto presente nel sito o per l'accesso o l'uso del materiale contenuto in altri siti. Il materiale contenuto nel sito può presentare imprecisioni o errori tipografici, può essere datato e non aggiornato. Il sito viene modificato periodicamente ed in qualsiasi momento potrebbero essere fatte delle modifiche. L’utente utilizza il sito ed il materiale contenuto a suo rischio. L'autore del testo non può quindi essere ritenuto responsabile di un eventuale uso proprio o improprio delle informazioni fornite, per incidenti o conseguenti danni che ne derivino.