" Dio, concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare,
il coraggio di cambiare le cose che posso,
e la saggezza per conoscere la differenza".

  - Karl Paul Reinhold Niebuhr

 

 

Mindfulness Verona

Ci sono diversi tipi di meditazione, ma in tutti si tenta di raggiungere uno stato di attenzione concentrata, che sia su di un oggetto esterno, nel nostro pensiero o su determinate sensazioni, ad es. quelle legate al respiro.


Nella mindfulness, si promuove la piena consapevolezza nel qui ed ora. La persona si concentra sul momento che sta vivendo in modo attivo, cercando di non interferire o giudicare ciò che sente e percepisce.

 

Con la pratica della mindfulness, cominciamo a vivere più pienamente, ci risulta più facile accettare le situazioni, siamo più ricettivi e molto meno critici. L'ansia per le cose da fare in futuro o il biasimo per le cose fatte in passato, vengono sostituiti da un sentimento di accettazione e di maggiore apertura all'esperienza così com'è, senza che debba essere altrimenti.  In questo modo, la nostra mente smette di vagare continuamente tra passato e futuro per concentrarsi sempre di più sul presente.

 

In psicoterapia, la mindfulness è indicata nel trattamento dei disturbi d'ansia e depressivi o per favorire il rilassamento e lo stato di benessere.

 

L'Acceptment and Commitment Therapy

 

L'Acceptment and Commitment Therapy  (ACT) è una terapia cognitivo comportamentale avanzata, detta di terza generazione, basata sulla mindfulness ed è caratterizzata da un approccio completamente innovativo. Essa infatti, supera lo steccato che separava la psicoterapia cognitivo comportamentale ortodossa e la psicoterapia umanistica, ad esempio sono tanti i punti di contatto tra ACT e la Gestalt Therapy.

 

Come lascia correttamente supporre il nome, l'Acceptance and Commitment Therapy si basa su due pilastri fondamentali: accettazione (acceptance) cioè apprendere ad accogliere, osservare la realtà interna invece di negarla, evitarla o respingerla, e impegno (commitment) cioè agire nel mondo reale in linea con i propri valori ed obiettivi personali, invece di perdersi nell'inazione, in comportamenti impulsivi o nell'evitamento.

 

Sitografia:

 

ACT and Gestalt: why are they similar? Sito della Association for Contextual Behaviour Science.

 

 

 

Per ulteriori informazioni:

 

Dott. Cristian Garbin

Psicologo Psicoterapeuta

Via Fogazzaro

37047 San Bonifacio (Verona)