31. luglio 2017
Avere dei conflitti nei rapporti di coppia è normale e può avere un senso evolutivo perché la coppia, come un organismo, è in continuo cambiamento. Litigando si può ristabilire un nuovo equilibrio, più funzionale al particolare momento che la coppia sta vivendo Litigare permette un migliore adattamento a corpi che cambiano, a nuovi bisogni ed esigenze. Litigare può essere funzionale ad un chiarimento, ad una maggiore intimità; tuttavia può anche ferire e allontanare. Diventa...
17. luglio 2017
Lo smartphone affascina e cattura la nostra attenzione. Il rapporto con il telefono può diventare simbiotico, esso genera nuovi bisogni, sembra soddisfarli e influenza prepotentemente la nostra vita sociale. La vita con lo smartphone può essere anche molto stressante perché si è sempre raggiungibili, bombardati continuamente da nuove informazioni e distratti da quello che ci accade nel presente.

12. agosto 2015
La rabbia è un'emozione innata nell'essere umano, si tratta cioè di un'emozione universale e presente fin dalla nascita. Una sorta di schema innato che prende la forma dell'attacco verbale e/o fisico ed alla sua base vi è un'importante attivazione fisiologica (aumento del ritmo cardiaco, del ritmo respiratorio, della pressione sanguigna, della secrezione di adrenalina e noradrenalina, ...) in altre parole, l'organismo si prepara ad attaccare ed ad aggredire. Questo schema così primitivo...

rabbia · ​collera · ​accoglienza · ​premura · ​accusa · ​critica

07. ottobre 2013
L'essere ossessionati da una persona o una relazione e chiamare questa ossessione amore è un fenomeno che viene sempre più riconosciuto come problema serio e pervasivo. Nella dipedenza affettiva la persona è eccessivamente preoccupata dell'altro che diventa l'unica figura di interesse rispetto ad ogni altro aspetto della propria vita che va sullo sfondo. La persona può fantasticare per un'infinità di tempo circa la relazione o la persona amata. Si tratta di un comportamento "fuori misura",...

26. agosto 2013
La vita è piena di sorprese, problemi, soddisfazioni e crisi. Se ci si sente sopraffatti dalle cose da fare, dai pensieri e preoccupazioni, allora è probabile che si sia "stressati". Lo stress per eventi avversi può essere la ragione di ansia e depressione. Infatti, un tipo di reazione alle avversità è il ritiro, la chiusura, l'isolamento (depressione), la reazione opposta è l'ipermobilizzazione di energia , la preoccupazione e l'agitazione (ansia). Se è vero che non possiamo cambiare il...

depressione · ​stress · ​ansia

22. agosto 2013
Il sistema di pensiero di una persona tende alla coerenza interna ed è influenzata dall'umore. Quando una persona è depressa, le vengono in mente naturalmente solo pensieri, immagini e sensazioni negativi. Prevale un senso di impotenza, la speranza viene meno e compare una tendenza alla svalutazione di sé. Viste le premesse, quando si è depressi è bene non basare le proprie decisioni sulle sensazioni e stati d'animo. Ci si può sentire così male che si limitano le attività, si evitano...

umore · ​depresso · ​svalutazione · ​evitamento · ​tristezza · ​decisione


20. agosto 2013
Nella depressione si avverte spesso affaticabilità e assenza di energia; la stanchezza non è dovuta ad uno sforzo fisico ma piuttosto dal disimpegno da ogni situazione. Può apparire paradossale perché parliamo di una stanchezza che aumenta con l'inattività e la persona prova sollievo quando compie sforzi fisici. L'inerzia, la stagnazione porta ad un abbassamento del livello di umore; l'attività promuove un senso di benessere. Muoversi è sempre una buona esperienza per chi vive esperienze...

depressione · ​affaticabilità · ​fatica · ​disinteresse · ​attività · ​fisica

28. gennaio 2012
Si sono diffuse inoltre negli ultimi anni le forme di iperattività con deficit d’attenzione, alcune verosimilmente associate a un vero e proprio stato di malattia. In altri casi il tratto iperattivo e le difficoltà attentive appaiono più sfumati e coinvolti con elementi relazionali e ambientali, risentendo semplicemente di interventi psico-pedagogici o di un approccio alle dinamiche familiari. Il bambino iperattivo, comunque, esposto alle inevitabili reazioni negative degli adulti, è a...

06. ottobre 2011
"...Remembering that I'll be dead soon is the most important tool I've ever encountered to help me make the big choices in life. Because almost everything — all external expectations, all pride, all fear of embarrassment or failure - these things just fall away in the face of death, leaving only what is truly important. Remembering that you are going to die is the best way I know to avoid the trap of thinking you have something to lose. You are already naked. There is no reason not to follow...

03. settembre 2011
Un numero crescente di condizioni di disagio degli adolescenti si va manifestando nel nostro tempo, con l’apparire di forme inconsuete e nuove, o che in altre epoche erano rese latenti da fattori socio-culturali e differenti dinamiche relazionali. I repentini cambiamenti che si sono prodotti nella realtà sociale nelle ultime decadi includono elementi non sempre facili da identificare, capaci di "ferire" i bambini e gli adolescenti più di quanto non accadesse alla metà del secolo scorso....

Disagio · ​adolescenza · ​disinteresse · ​svogliatezza · ​scuola · ​vuoto · ​demotivazione